giugno 25, 2019

Progesterone e gravidanza in fecondazione assistita. Quale la relazione?

Progesterone e gravidanza in fecondazione assitita

La relazione fra progesterone e gravidanza in Fecondazione Assistita viene indagata nel corso della 35° edizione del Congresso della Società Europea di Riproduzione Umana e Embriologia (ESHRE) di Vienna. Durante il congresso, è stato presentato uno studio della Dott. ssa Elena Labarta, ginecologa di IVI Valencia, in cui si analizza la possibile correlazione tra il successo di un trattamento di Fecondazione Assistita e i livelli di progesterone nel sangue.

Lo studio e i risultati

La chiave dello studio presentato è stata la misurazione su quasi 1400 pazienti del livello di progesterone nel sangue il giorno del trasferimento dell’embrione nell’utero. Questo valore è stato messo in relazione con i tassi di gravidanza nei cicli di preparazione artificiale dell’endometrio. I risultati hanno dimostrato che i livelli ematici di progesterone sono associati al risultato della gravidanza, dimostrando quindi una forte relazione fra progesterone e gravidanza in Fecondazione Assistita.

Progesterone e gravidanza: c’è un valore limite?

Grazie a questo studio, si può parlare anche di un valore limite di progesterone al di sotto del quale i risultati peggiorano. Secondo la Dott.ssa Labarta, si ha un tasso di gravidanza evolutivo più basso del 18% in quelle pazienti che presentano un livello di progesterone sierico inferiore a 8.8 ng/ml nel giorno del trasferimento dell’embrione. Quindi il risultato dello studio su progesterone e gravidanza in caso di un trattamento di Fecondazione Assistita, suggerisce che l’assorbimento del progesterone vaginale può variare tra le pazienti e influenzare i risultati ottenuti.

L’impatto dello studio nella comunità scientifica

L’impatto che questo studio sulla relazione fra progesterone e gravidanza in Fecondazione Assistita ha avuto per la comunità scientifica è stato molto importante. Presentato in diversi forum e in numerosi contesti scientifici, lo studio presenta un importante passo in avanti per il futuro della Fecondazione Assistita. Grazie a questo studio, sono partite numerose linee di ricerca. Tra le investigazioni in atto, si sta studiando anche il modo di salvare i casi in cui il progesterone si presenta con valori non ottimali e i risultati sono molto incoraggianti.

IVI e la ricerca scientifica

In IVI uno dei pilastri fondamentali è proprio la ricerca sicentifica, grazie alla quale è possibile migliorare i tassi di successo dei trattamenti di fecondazione assistita. Tecnologie all’avanguardia e team sempre più specializzati sono il biglietto da visita di IVI, oltre all’utilizzo di tecniche sempre più innovative.

 

Richiedi senza impegno maggiori informazioni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizioarrow_drop_up