Fecondazione Eterologa

La Fecondazione in Vitro Eterologa o ovodonazione permette di dare un’opportunità a donne che non possono avere figli di realizzare il proprio desiderio di maternità, ricorrendo a ovuli di una donatrice che verranno fatti fecondare dal seme del partner oppure tramite l’opzione di ricorrere alla banca di seme di IVI.

Fecondazione Eterologa

La Fecondazione in Vitro Eterologa o ovodonazione permette di dare un’opportunità a donne che non possono avere figli di realizzare il proprio desiderio di maternità, ricorrendo a ovuli di una donatrice che verranno fatti fecondare dal seme del partner oppure tramite l’opzione di ricorrere alla banca di seme di IVI.
installazioni fecondazione eterologa

Cos'è la Fecondazione Eterologa?

In quali casi è indicata?

L’ovodonazione si può realizzare con seme di donatore o del partner. Questo trattamento è indicato per:

  • Donne di età avanzata.
  • Donne senza mestruazioni (per menopausa o no) o menopausa precoce (con meno di 40 anni).
  • Donne che non possono utilizzare i propri ovuli, a causa della loro bassa qualità.
  • Donne che non possono utilizzare i propri ovuli a causa di malattie genetiche o cromosomiche non rilevabili attraverso le tecniche di PGT.
  • Donne che si sono sottoposte a chirurgia ovarica o con ovaie che rendano impossibile il prelievo di ovuli.
  • Donne che non hanno ottenuto gravidanze a seguito di vari cicli di Fecondazione in Vitro.
  • Donne con storia di poliabortività.

Percentuali di successo

Per diversi fattori, siano essi sociali, personali o economici, nella società odierna è molto frequente che una donna ricerchi la maternità in età più avanzata rispetto al passato. Per questa ragione, oggi la principale causa di infertilità della donna è proprio l’età. A partire dai 35 anni, infatti, la fertilità della donna diminuisce considerevolmente e, a partire dai 40 anni, le possibilità di gravidanza sono molto ridotte.

L’ovodonazione, ovvero il trattamento di Fecondazione Eterologa che prevede l’utilizzo degli ovuli di una donatrice, offre percentuali di successo molto superiori a quelle che si avrebbero utilizzando gli ovuli della paziente, permettendo alla ricevente di avere una gravidanza. Ad oggi, è considerato il trattamento di pma con le migliori percentuali di successo.

E’ possibile consultare le percentuali di successo dei nostri trattamenti, raccolte da un’impresa esterna certificata (SGS), a questo link.

RISULTATI

Il 90% dei pazienti che si sottopone a un trattamento di Procreazione Assistita raggiunge la gravidanza.

ASSISTENZA

Il 97% dei nostri pazienti raccomanda IVI.
IVI offre attenzione personalizzata e assistenza in tutte le fasi del trattamento.

TECNOLOGIA

Le cliniche IVI sono pioniere nello sviluppo di tecnologie di Procreazione Assistita di ultima generazione per offrire i migliori risultati.

QUALITÀ/PREZZO

Non siamo l’opzione più cara. Siamo l’opzione che offre più alternative di trattamento per raggiungere i migliori risultati.

Donazione di ovuli in IVI

La donazione di ovuli in Spagna

In Spagna, la donazione di ovuli è regolata dalla Legge 14/2006 che regola le tecniche di riproduzione umana assistita, la quale stabilisce che tra donatori e riceventi non possano esistere vincoli, per cui la donazione è anonima e segreta.

Questo anonimato è assicurato per entrambe le parti, ossia la donatrice non potrà mai sapere se i suoi ovuli abbiano dato origine ad una gravidanza, né l’identità del bambino eventualmente nato; dall’altra parte, né la coppia ricevente né i figli futuri potranno conoscere i dati della donatrice, ad eccezione dei tratti fisici e delle informazioni rilevanti per il controllo della gravidanza.

Inoltre, la legge spagnola stabilisce che tutte le donazioni debbano essere volontarie e altruiste, per cui le donatrici non ricevono nessun pagamento a fronte della loro donazione. Il quadro legale contempla comunque una compensazione economica per gli eventuali impegni lavorativi cancellati, i disturbi fisici e le spese di trasferimento che possano derivare dal processo di donazione che, ad oggi, varia dagli 800 ai 1000 euro. In questo modo, il quadro legale garantisce che nessuna donazione abbia carattere lucrativo o commerciale.

Allo stesso modo, il Decreto-Legge 9/2014 stabilisce le norme di qualità e sicurezza per la donazione, l’ottenimento e il trattamento degli ovuli, oltre alla loro distribuzione. Questa è la norma che in Spagna applica la legge europea sulla tracciabilità e sicurezza dei campioni donati.  Per questo, il Ministero della Sanità, Servizi Sociali e Uguaglianza ha creato la piattaforma SIRHA, che fornisce gli strumenti necessari per rispettare tale legislazione.

La Spagna è leader mondiale in donazioni, anche per organi e trapianti.  Spinte dalla solidarietà e dall’empatia, quando chiediamo alle nostre donatrici quali siano i motivi del loro gesto, tutte indicano la volontà di aiutare altre donne ad essere madri.

Selezione delle donatrici in IVI

Le nostre donatrici hanno un ruolo fondamentale nell’ aiutare le nostre pazienti a far avverare il proprio sogno di maternità. Per questo, IVI garantisce che ricevano le migliori cure e la massima assistenza medica, ponendo i nostri donatori e i nostri pazienti sempre al centro di ogni trattamento.

Per essere accettate nel programma di donazione di ovuli di IVI, le donne candidate si sottopongono a visite cliniche e psicologiche. Si realizzano visite ginecologiche complete per scartare la presenza di alterazioni dell’apparato riproduttivo e prevedere la risposta ai farmaci del trattamento, oltre al numero di ovociti che si potranno ottenere.

Inoltre, si verifica l’assenza di malattie trasmissibili come l’HIV, l’epatite e la sifilide, e si ottiene anche il gruppo sanguigno e l’Rh. In ultimo, si realizza uno studio genetico che include il cariotipo, che ci dà informazioni sui cromosomi, oltre al TCG (Test di Compatibilità Genetica), che ci permette di ridurre il rischio di trasmissione di oltre 600 malattie genetiche. In questo modo, le nostre donatrici ottengono informazioni importanti sulla loro fertilità, sul loro stato di salute e sul loro potenziale per essere madri, potendo quindi pianificare anche la loro futura maternità.

Verranno accettate solo le candidate che rispettano tutti i requisiti e che siano completamente preparate sia per il procedimento che stanno per compiere sia per la responsabilità che la donazione comporta. Ad oggi, delle donne che si presentano in IVI per donare gli ovuli, solo una su tre inizia effettivamente il processo di donazione.

IVI, una delle più grandi banche di ovuli

Grazie al programma di donazione di gameti, IVI dispone di una delle più grandi banche di ovuli al mondo.  Questo ci permette di disporre di ovociti provenienti da donatrici con caratteristiche fisiche (fenotipi) molto diverse fra di loro. In questo modo, possiamo assegnare gli ovuli più idonei in tempi brevi, anche in casi di gruppi sanguigni rari. Così facendo, le nostre pazienti non devono seguire lunghe liste d’attesa per poter iniziare il loro trattamento.

Quali sono le fasi dell'ovodonazione?

Prima visita

Durante la prima visita, si analizzano il dossier medico e tutti i referti sui trattamenti precedenti, se presenti. Si realizza una valutazione ginecologica completa e un’analisi del liquido seminale del partner, con la possibilità di congelare il campione ottenuto ed utilizzarlo al momento della fecondazione.

pazienti fecundazione eterologa

Assegnazione della donatrice Perfect Match 360°

Stimolazione della paziente

Preparazione dello sperma fecondazione eterologa
medici fecondazione eterologa

Transfer

Test di gravidanza

RICHIEDI IL TUO PRIMO APPUNTAMENTO

Torna all'inizioarrow_drop_up