Richiedi informazioni

Inseminazione Artificiale

L’inseminazione artificiale consiste nella collocazione di un campione di sperma, previamente trattato in laboratorio, all’interno dell’utero della donna allo scopo di incrementare il potenziale degli spermatozoi e le possibilità di fecondazione dell’ovulo. In questo modo si abbrevia la distanza che separa l’ovulo e lo spermatozoo e si agevola l’incontro tra entrambi i gameti, aumentando le possibilità di conseguire la desiderata gravidanza.

A differenza della fecondazione in vitro, non è necessario prelevare precedentemente gli ovuli della donna. A seguito della diagnosi iniziale, si programma la stimolazione ovarica e si realizza il controllo endometriale, per determinare il momento idoneo per realizzare l’inseminazione artificiale.

Inseminazione Artificiale

Per alcune tipologie di pazienti, a causa dell’età, delle condizioni ginecologiche o di alcune tipologie di anomalie dello sperma, non è possibile realizzare un’inseminazione artificiale. In questi casi è necesario prendere in considerazione una Fecondazione in vitro.

L’inseminazione artificiale con sperma della coppia è indicata per:

  • Coppie con sterilità di origine sconosciuta.
  • Coppie in cui la donna ha problemi di ovulazione.
  • In casi di alterazioni a livello del collo uterino.
  • Coppie in cui l’uomo presenta difetti lievi o moderati dello sperma, a livello di concentrazione o motilità.

L’inseminazione artificiale con donazione dello sperma è indicata per:

  • Uomini il cui sperma è di qualità carente o privo di spermatozoi.
  • Uomo portatore di una malattia genetica che non può essere rilevata negli embrioni.
  • In caso di donne single.

RISULTATI

Il 90% dei pazienti che si sottopone a un trattamento di procreazione assistita raggiunge la gravidanza.

TECNOLOGIA

Le cliniche IVI sono pioniere nello sviluppo di tecnologie di procreazione assistita di ultima generazione per offrire i migliori risultati.

ASSISTENZA

Il 97% dei nostri pazienti raccomanda IVI.
IVI offre attenzione personalizzata e assistenza in tutte le fasi del trattamento.

QUALITÀ/PREZZO

Non siamo l’opzione più cara. Siamo l’opzione che offre più alternative di trattamento per raggiungere i migliori risultati.

PROCEDIMIENTO

Quando una coppia inizia il processo presso una delle nostre cliniche di Riproduzione Assistita, per prima cosa si realizza una valutazione personalizzata del paziente per determinare il trattamento di fertilità più adeguato. A seguito dello studio dell’utero, delle tube, della riserva ovarica della donna e della qualità e mobilità del seme dell’uomo, il ginecologo determina se sia meglio realizzare una Inseminazione Artificiale oppure una Fecondazione in vitro.

Si decide il giorno di inizio seguendo il calendario del ciclo mestruale e si concorda un protocollo di stimolazione ovárica e di controlli ginecologici mediante ecografie.

Inseminazione Artificiale

Stimolazione ovarica e induzione all’ovulazione

Questo procedimento è necessario per incrementare le possibilità di successo, dato che per via naturale la donna produce solamente un follicolo e, di conseguenza, un solo ovulo per ciascun ciclo mestruale. Per il buon esito dell’inseminazione artificiale è inoltre necessario che almeno una delle tube sia permeabile e che lo sperma del maschio contenga una concentrazione minima di spermatozoi mobili, tale da permettere di realizzare la tecnica con certe garanzie. Questa fase consiste nella stimolazione dell’ovaio per fargli produrre più ovuli naturali e la durata del trattamento va dai 10 ai 12 giorni.

 

Nel corso del trattamento vengono realizzate ecografie in serie (3 o 4 circa) e si studiano i livelli di estradiolo nel sangue per verificare che la crescita e l’evoluzione dei follicoli rientrino nella normalità. Quando, attraverso l’ecografia, si accerta che i follicoli hanno raggiunto la quantità e le dimensioni adeguate, si programma l’inseminazione artificiale che avviene circa 36 ore dopo la somministrazione di un’iniezione hCG che induce alla maturazione dell’ovocito e all’ovulazione.

Inseminazione Artificiale

Preparazione dello sperma

La preparazione dello sperma per l’inseminazione artificiale consiste nel selezionare e concentrare gli spermatozoi che hanno la migliore motilità. Per questo vengono trattati i campioni con tecniche di abilitazione o preparazione seminale che permettono di eliminare gli spermatozoi morti, immobili o lenti e di ottimizzare la qualità del campione che verrà utilizzato per l’inseminazione.

Inseminazione Artificiale

Inseminazione

Il procedimento di inseminazione artificiale si realizza presso gli ambulatori delle cliniche di procreazione di IVI dopo aver indotto l’ovulazione. Circa 2 ore prima bisogna consegnare al laboratorio di andrologia un campione di sperma, per la preparazione. Dopo la collocazione di uno speculo, che reca un disturbo paragonabile a una citologia, viene fatta passare una cannula attraverso il collo uterino che permette di inserire il campione all’interno dell’utero.

A termine del procedimento, la paziente si riposa qualche minuto in ambulatorio, poi può rivestirsi. Le verrà quindi comunicato il giorno in cui dovrà effettuare il test di gravidanza e, se fosse necessario, verranno prescritti i medicinali da prendere.

Durante questi 15 giorni si raccomanda di fare una vita normale, evitando lo sport o qualsiasi altra attività ad alta intensità, senza però interrompere le proprie abitudini normali.

RICHIEDI IL TUO PRIMO APPUNTAMENTO

Richiedi appuntamento