Bassa risposta ovarica

 

ll termine “poor responder” indica le pazienti le cui ovaie non rispondono bene alla stimolazione con gonadotropine. Nelle pazienti con questa diagnosi, il numero limitato di ovociti è considerato il problema principale per il buon esito del trattamento. A causa del basso numero di ovociti ottenuti, la paziente può contare su un numero inferiore di embrioni da selezionare e trasferire, il che riduce le sue possibilità di ottenere una gravidanza rispetto alle pazienti che rispondono bene alla stimolazione ovarica.

L’incidenza della risposta bassa varia tra il 9% e il 24%, anche se nei prossimi anni si prevede un aumento di questo intervallo a causa dell’influenza diretta che l’età può avere sulla capacità di risposta ovarica, poiché sempre più donne ritardano la maternità.

 

Soluzioni

Centro di eccellenza nel ringiovanimento ovarico

 Centro di eccellenza nel ringiovanimento ovarico

Accumulo di ovociti

Accumulo di ovociti

FIV Genetic-PLUS

FIV Genetic-PLUS

FIV Genetic Duo

 FIV Genetic Duo

Domande frequenti

Nonostante la bassa riserva possa rappresentare un problema per restare incinta, attualmente disponiamo di diverse soluzioni che aumentano le possibilità di ottenere una gravidanza con i propri ovociti, come l’accumulo di questi ultimi e/o il protocollo di doppia stimolazione.

Tra le cause note di bassa riserva ovarica troviamo il fumo, l’endometriosi, precedenti interventi chirurgici pelvici o alle ovaie, esposizione a tossine e trattamenti chemioterapici e radioterapici. Inoltre, all’origine può esserci una chiara componente genetica familiare. Nella maggior parte dei casi, la bassa riserva ovarica è il risultato di una combinazione di fattori ambientali e genetici.

Trova la tua Clinica IVI

Trova la tua Clinica IVI

Torna all'inizioarrow_drop_up