Sono sempre di più le donne che decidono di compiere il passo di formare una famiglia monoparentale vedendo che il tempo passa e che non formano una coppia stabile. Di solito queste donne hanno un’età superiore ai 35 anni, hanno un lavoro fisso e, soprattutto, possono contare sul sicuro appoggio famigliare.

La legislazione vigente in Spagna stabilisce che “qualsiasi donna di età superiore ai 18 anni, e con totale capacità di intendere e di volere, potrà essere ricevente o utente delle tecniche disciplinate dalla Legge 14/2006 sulle Tecniche di Procreazione Umana Assistita”. La donna potrà essere utente o ricevente delle tecniche regolamentate dalla suddetta Legge indipendentemente dal suo stato civile e dal suo orientamento sessuale.

A seconda dei risultati e dell’età della paziente, viene stabilito il trattamento più idoneo: inseminazione intrauterina con sperma di donatore (IUI), fecondazione in vitro (FIV), donazione dei 2 gameti maschile e femminile, oppure transfer di pre-embrioni donati da altre coppie.

L’indice di successo dipende dal trattamento di procreazione assistita realizzato e può oscillare, in termini generali, dal 20% nel caso di una inseminazione, fino al 70% nel caso di donazione di entrambi i gameti.

Una donna single può sottoporsi a un trattamento di procreazione assistita?

Sì, una donna single può sottoporsi a un trattamento di procreazione assistita.

HAI QUALCHE DUBBIO?

RICHIEDI INFORMAZIONI ESTESE